Leader si nasce? Il militare mi ha insegnato

Posted · Add Comment

L’inizio

Leader si nasce o si diventa? Prima di darti la mia opinione voglio raccontarti la mia esperienza personale. All’età di 18 anni mi sono arruolato nell’esercito degli Stati Uniti.

Avevo sentito parlare molto di quei primi 2 mesi, difficili non solo fisicamente ma anche mentalmente e mi ero messo in testaun unico obiettivo: superare quei primi 60 giorni.

Non dimenticherò mai quella prima serata a San Antonio, Texas dove Sergeant Butensky ci ha radunato tutti quanti (eravamo in 48 nella nostra unità) in una piccola stanza e ci ha detto: “Ho bisogno di un capo supremo e di 4 capisquadra, chi pensa di poter occupare uno di questi ruoli?”

In quel momento ho abbassato lo sguardo, perché io non volevo assolutamente avere una posizione di leadership. Assolutamente no! Volevo tenere un profilo basso per tutto il periodo.

Alcuni miei commilitoni si sono offerti, il sergente ha fatto le sue scelte e si è conclusa la riunione.

La svolta

Però nei giorni successivi si è visto chiaramente che il sergente non era contento delle sue scelte.

Ha licenziato tutti e ha scelto me come capo supremo!

Quando mi ha chiamato, chiaramente ero sugli attenti e ho detto “Sissignore, sissignore!”

Quando mi sono girato ho detto: “C@#…, non è possibile! Volevo mantenere un profilo basso!”

Poi mi sono detto: “Ma come faccio? Non ho mai fatto il leader… come farò a gestire un gruppo di 48 persone?”

Poi mi è successa una cosa che non mi aspettavo. Sgt. Butensky non mi ha lasciato da solo in questo nuovo incarico. Quando eravamo nel suo ufficio mi ha dato dei consigli e dei suggerimenti, cosa che mi ha fatto molto piacere perché ne avevo bisogno!

Leader si nasce?

Tornando alla domanda: leader si nasce o si diventa? La mia opinione personale come business coach è questa: è chiaro che se uno ha l’inclinazione naturale è molto più probabile che diventi un grande leader.

Invece se uno non ha la stoffa, bisogna innanzitutto capire se ha le caratteristiche e le capacità per imparare a diventare quel leader che vorresti tu. Poi devi decidere quanto tempo sei disposto ad investire per farlo crescere.

Anche perché la PNL, la programmazione neurolinguistica, ci insegna che se anche uno ha delle capacità limitate non diventerà mai un fenomeno. Se però riesce ad emulare un modello di successo può migliorare.

Ti dico anche questo: la leadership fa parte di una categoria di capacità chiamate “soft skills” che riguardano le capacità caratteriali che sono le più difficili da cambiare in una persona.

Quindi se decidi di lavorare su una persona che ha delle capacità di leadership limitate datti un tempo.

Nella mia personale carriera sono stato promosso tante volte in posizioni di leadership ma mai sono stato abbandonato o lasciato solo. Sono sempre stato seguito e questo mi ha aiutato ad essere un manager e un leader migliore.

Quindi ti lascio con questa domanda: l’ultima persona che hai promosso ad una posizione di leadership, l’hai seguita?